Allarme acqua per il Pakistan

PAKISTAN - Lahore. 15/02/15. Il Pakistan presto affronterà una grave carenza di acqua. Lo ha annunciato il ministro per le risorse idriche e energia pakistano, Khawaja Asif.

«Nel prossimo futuro il Pakistan inevitabilmente dovrà affrontare la minaccia della carenza idrica. Per evitare questo, è necessario al più presto ad adottare misure efficaci per riformare l'intera infrastruttura» ha avvertito il ministro. Il problema più grave per l'economia Asif si chiama carenza di energia elettrica. «In Lahore, Karachi, Rawalpindi e altre grandi città, l'elettricità è intermittente, c'è solo 12 ore al giorno» afferma, aggiungendo che questi problemi sono di natura temporanea. Nel frattempo, secondo il ministro, «è la scarsità di risorse idriche ad essere un problema primario da risolvere su cui bisogna di concentrarsi sin da oggi». La popolazione del Pakistan è di 187 milioni. Secondo uno studio condotto dal Consiglio Pakistan di Ricerca in Risorse Idriche (PSIVR), il tasso di crescita annuale della popolazione è 1,57%. Entro il 2050 la popolazione raddoppierà, mentre in città vivrà circa lil 63,7% della popolazione. Nel 2010, la quota di persone che viveva nell'urbe era del 36%. E così a mettere in ginocchio le risorse idriche pakistane nei prossimi anni il baby boom, l'urbanizzazione, l'industria e l'agricoltura. La mancanza di acqua potabile e condizioni sanitarie hanno causato una serie di malattie, e in Pakistan muoiono già oggi per carenze sanitarie 250 mila bambini secondo i rapporti PSIVR. L'approvvigionamento idrico in Pakistan è in luoghi inaccessibili come i Ghiacciai del Pamir e l'Himalaya ad un'altitudine di più di 4 mila metri. Tuttavia, la mancanza di acqua nel paese è già così alta che il governo prevede di fondere questi ghiacciai forzatamente.

Share this post