Turkmenistan centra la produzione petrolifera

TURKMENISTAN - Ashgabat 15/6/13. Nel periodo gennaio-maggio 2013 il tasso di crescita della produzione di petrolio e gas in Turkmenistan era al 101,2 per cento rispetto al 2012 soddisfacendo il piano per la produzione dell'anno.

Secondo il rapporto del ministero delle Finanze del Paese, il volume delle operazioni di perforazione in questo periodo è aumentato del 14 per cento e il trattamento degli idrocarburi è aumentato del 2,6 per cento. Nel settore della produzione di prodotti petroliferi, sono stati registrati elevati tassi di crescita nella produzione di benzina automobilistica, 105 per cento, nonché 107,6 per cento nella produzione di polipropilene e 104,7 per cento nella produzione di gas liquefatto.

Il Turkmenistan è così uno dei principali attori del mercato dell'energia nella regione del Caspio. Ogni anno le materie prime locali sono esportate in Russia e Iran. Nel 2009, era stato aperto il mercato verso la Cina. Il Turkmenistan detiene il quarto posto nel mondo per le sue riserve di gas.

Secondo i dati dello State Concern Turkmengeology, sono stati aperti in Turkmenistan 38 campi di petrolio, 82 campi di gas condensato, così come 153 campi a gas di cui 142 campi a terra e 11 off shore.

I più grandi giacimenti del paese sono concentrati nella parte orientale del Turkmenistan, nella regione Mary, nella Southern Yoloten-Osman (recentemente fusa e rinominato Galkinish) e Yashlar con risorse stimate da geologi locali e dal GCA britannico a 26.200 miliardi di metri cubi.

Share this post