Il MAE a BSL 2016

ITALIA - Roma 12/09/2'16. «Blue Sea Land è un laboratorio importante che mette al centro l'Italia attraverso una straordinaria piattaforma, qual è la Sicilia ed in particolare la casbah di Mazara del Vallo, nella costruzione del dialogo e delle buone relazioni con i Paesi del Mediterraneo, Africa e Medioriente.

Per queste valide ragioni il Ministero degli Esteri sostiene l'iniziativa promossa dal Distretto della Pesca che per noi è una buona pratica da esportare». Lo ha dichiarato il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri, con delega al Mediterraneo, Vincenzo Amendola, che ha ricevuto nei giorni scorsi alla Farnesina a Roma il Presidente del Distretto Produttivo della Pesca e Crescita Blu, Giovanni Tumbiolo. Nel corso dell'incontro Tumbiolo ha sottolineato che, nonostante la complessità della situazione e le divisioni nel Mediterraneo, la vicinanza del Distretto Pesca alle Comunità marinare dei Paesi nordafricani è costante e proficua, al fine di consolidare, in un momento storico difficile, la cooperazione scientifica e produttiva avviata da tempo.
Tumbiolo ha altresì ricordato al Sottosegretario Amendola (a dx nella foto) che in particolare rappresentanti delle numerose comunità libiche agricole e marinare di Tripoli, Tobruk, Derna, Misurata, Bengasi e Homs, con coraggio, compostezza e determinazione, hanno partecipato, a Mazara del Vallo, naturale luogo di incontro e dialogo fra popoli di diverse culture, religioni ed etnie, alla scorsa edizione di Blue Sea Land, dimostrando al mondo intero come attraverso il lavoro del mare e della terra si possano fortificare la pacifica convivenza ed il dialogo. Infine il Sottosegretario Amendola ha manifestato l'interesse suo e del Ministero a partecipare alla ormai prossima edizione di Blue Sea Land-Expo dei Distretti Agroalimentari del Mediterraneo, Africa e Medioriente a Palermo e Mazara del Vallo dal 5 al 9 ottobre.

Share this post