AGC

  • MappaLa Sede

    AGC Communication
    Sede Legale: Via Macanno 38/N
    47923 Rimini

    Sede di Roma: Via Degli Scipioni 252, 00192, Roma

     

    Dove Siamo

    I Nostri Recapiti

    Fisso: (+39) 
    Mobile: (+39) 3663960910
    Fax: (+39)

    Email: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
    Skype: AGC communication
    P.IVA: 03994900409

    La redazione di AGC si trova in Via Degli Scipioni 252, 00192 Roma (zona Lepanto). Per raggiungerci via metropolitana è sufficiente scendere alla fermata Lepanto linea A (rossa).
Contatti

unnamed

Zafferano al posto dell'Oppio

AFGHANISTAN -Herat. 01/02/15. La testata albankaldawli ha pubblicato un reportage sullo zafferano afghano. L'articolo comincia così: «"Zafferano .. il dono più prezioso della provincia di Herat". Questa frase appare in una piccola pubblicità dell'International Airport Herat e richiama l'attenzione dei viaggiatori».

In Afhganistan sono in molti ad andare a Herat per comprare lo Zafferano. Spezia molto pregiata e costosa. La produzione locale viene utilizzata nella produzione farmaceutica. Attualmente, il prezzo dello zafferano afghano è di circa 2.000 dollari al chilo. La provincia di Herat produce il 90 per cento della produzione di zafferano in Afghanistan. Vi sono coltivazioni di zafferano in tutte le 25 province dell'Afghanistan. Fonte Associazione nazionale dei produttori di zafferano. Ci sono più di 6.000 aziende agricole produttrici di zafferano a Herat Saffron e 18 aziende vendono e esporranno l'oro rosso di Herat. Nella regione si producono circa 3 tonnellate di zafferano l'anno e circa il 60-80% viene esportato. Secondo l'Unione Nazionale la coltivazione di zafferano più prevalente in Gorian e pashtun Zargon Josara rispetto ad altre regioni.

Ma lo zafferano può coltivare in molte aree. «Se ogni famiglia ha piantato un mezzo acro o ettari di zafferano non ci sarà la povertà», dice Bashir Ahmad Rashidi, Presidente dell'Unione Nazionale dei coltivatori zafferano. La società è stata fondata nel 2011 dalle più grandi aziende nella produzione di zafferano. Ma la produzione di zafferano in Afghanistan risale a più di100 anni fa, poi 22 anni fa ci fu una battuta d'arresto.
Oggi la coltivazione di zafferano è buona fonte di reddito per gli agricoltori a confermarlo il Ministero dell'Agricoltura e Bestiame e irrigazione. In Iran è stata fatta una sperimentazione in Iran che è andata molto meglio ripeto alle aspettative si è arrivato a produrre 18 tonnellate di zafferano.Ora l'obiettivo è quello di sostituire la produzione del papavero con o zafferano. Spezie al posto della droga. L'Afghanistan è uno dei più grandi paesi del mondo la produzione di papavero, secondo l'Ufficio delle Nazioni Unite contro la Droga e il Crimine. Alcune iniziative hanno lo scopo di espandersi in settori legittimi per ridurre la coltivazione del papavero, tra cui il programma Afghanistan per lo sviluppo delle imprese rurali che opera sotto il Ministero dello Sviluppo Rurale e ri-formazione del sostegno della Banca Mondiale e il Fondo per la ricostruzione dell'Afghanistan. L'obiettivo di questa iniziativa, che ha avuto inizio nel 2010 è promuovere le attività economiche organizzate nelle zone rurali povere. Il Programma Afghanistan e lavori per lo sviluppo di imprese rurali rafforzamento anche i legami di mercato e catene del valore per istituzioni rurali attraverso la fornitura di assistenza tecnica a più di 1.345 istituti di gruppo (63 per cento dei quali sono donne) e 256 piccole e medie imprese (13 per cento dei quali sono donne) sono stati selezionati in funzione potenziali principali motori di occupazione e di reddito nelle zone rurali. Secondo Quraishi, direttore esecutivo del programma: «Abbiamo 10 istituzioni per la produzione di zafferano». Il programma supporta anche visite in India, non sono le istituzioni producono lo zafferano nella provincia di Herat per rafforzare le loro conoscenze e competenze tecniche e stabilire collegamenti con i mercati zafferano. Dall'inizio dei viaggi in India ad oggi c'è stato un aumento delle vendite del 90 per cento e del 20 per cento nella gestione di queste istituzioni. Adesso i produttori sperano di assistere ad un aumento della domanda per i mercati esteri e nazionali. Bashir Ahmad Rashidi ha detto: «Abbiamo pochissimi contratti che consentono agli agricoltori di esportare zafferano formalmente e vanno principalmente verso l'India, Dubai e Turchia». Si prevede che la produzione di zafferano di Herat salga a 4 tonnellate nel 2014, volendo aumentare l'offerta sul mercato nazionale. E aggiunge: «L'uso di zafferano coltivato in Afghanistan c'era, ma non costituiva una cultura». La scelta riprodurre lo zafferano aiuterà anche l'occupazione femminile. Le donne svolgono l'80 per cento delle attività del raccolto per la raffinazione e confezionamento. L'orario di lavoro è dalle 8 del mattino alle diciassette del pomeriggio e ogni donna deve preparare un chilo di zafferano. In un mese una donna guadagna 120 dollari ed un lavoro apprezzato.

Share this post

AGC: OSINT Unit

ITALIA - Roma. Corso di Formazione in Analisi delle fonti aperte su Internet (OSINT) organizzato da AGC COMMUNICATION.

Leggi Tutto 

Sono finalmente disponibili i corsi OSINT on line di AGC Communication srl.

Leggi Tutto

STRATEGIC PARTNERSHIP


AGC COMMUNICATION è diventata Strategic Partner dell’European Centre for Information Policy and Security. Dal sito ECIPS: «The European Centre for Information Policy and Security (ECIPS) is a non-partisan organization that specializes in identifying Policy and Security Information resources. Leggi tutto 

Follow Us On

FacebookTwitterTumblrLinkedinGoogleYoutube

AGC rss

AGC Rss AGC Rss

Chi è Online

We have 116 guests and no members online

You are here: Home Agricoltura Zafferano al posto dell'Oppio